In evidenza

OTTOBRE

Stiamo per iniziare un nuovo anno pastorale che porterà alcune novità.

Domenica 18 ottobre alle 10.00 saluteremo il nostro parroco don Armando che è stato nominato collaboratore della parrocchia di Cassola. A lui diciamo GRAZIE per il tempo passato tra noi, per averci accettati con i nostri limiti, per averci voluto bene, per aver “tessuto fraternità” e un arrivederci, visto che comunque rimane vicino a “casa nostra”!

Domenica 25 ottobre alle ore 11.00 accoglieremo il nuovo parroco don Michele.

OTTOBRE MISSIONARIO

Dal Congo video con P. Franco Bordignon

Articolo del gruppo missionario per il mese dedicato alle missioni

Al momento gli orari delle S. Messe sono: sabato alle 19.00 e domenica alle 10.00

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Stpetersbasilicaholyspiritwindow.jpg

Per garantire le celebrazioni, servono comunque dei volontari per accogliere i fedeli, se necessario ricordare alle persone le indicazioni da osservare; igienizzare la Chiesa al termine della Messa. Contatta chi già fa il servizio alla domenica o scrivi a cppozzetto@gmail.com lasciando i tuoi dati con l’orario in cui intendi dare la disponibilità. GRAZIE

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è La-Carità-nel-Tempo-delle-Fragilità.jpg

È disponibile sul sito della diocesi il testo:  La carità nel tempo della fragilità con i suggerimenti e le proposte per l’anno pastorale 2020- 2021

ANNUNCIO

Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo (Mt 28,19-20).

LITURGIA

Memoria di me «Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me». Nello stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è il nuovo patto nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne berrete, in memoria di me. (1 Corinzi 11:23-25)

CARITÀ

Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25,37-40)